Se il paese guarda al dito mentre il mondo è già sulla Luna

Se il paese guarda al dito mentre il mondo è già sulla Luna

È desolante rendersi conto di come un Paese possa perdere il senso della strada, della direzione, del percorso. Ed è ancora più triste rendersi conto di quanto sia facile che chi vi abita, preso da una quotidianità vuota di costrutto, possa così facilmente perdere la visione d’insieme e la prospettiva delle cose, risucchiato in un gorgo di discussioni inutili e ragionamenti circolari. Ma è quello che sta inesorabilmente accadendo in Italia. E sta avvenendo anche (e soprattutto) nell’ambito dell’information technology, in un contesto che dovrebbe essere invece dinamico, proattivo, stimolante. In una parola “vivo”. Eppure il nostro paese ha questo potere: riesce ad annichilire anche le menti più fertili e le immaginazioni più fervide, riducendo alla dimensione dell’insulso le intelligenze più vive.

Continua a leggere su TechEconomy

No Comments

Post a Comment

Comment
Name
Email
Website

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi