Ottavo diario di navigazione

Ottavo diario di navigazione

bussolaa.jpgTwitter, twitter e ancora twitter.
A due mesi da quando
lo
definimmo un po’ tutti
la moda del momento, il “cinguettatore” non sembra
voler smettere di far parlare di sé. E questa settimana pare proprio che tutti,
ma proprio tutti abbiano sentito il bisogno di esternare la propria fedeltà alla
simpatica applicazione. Carlo Felice

si lascia conquistare
; Giovy
ci parla di AutoTwit: una
applicazione per i …più gravi, che aggiorna automaticamente twitter ad orari
prestabiliti (..argh…); Paolo si chiede
che futuro abbia
l’applicazione
; Caterina ha deciso di togliere la corona di Lady
Twitter ad

Antonella
, con un fuoco di fila di post che – a dire il vero – sono
uno più
interessante
dell’altro
; Nicola presenta

Twittervision
. Personalmente, ritengo che twitter sia solo il sintomo
di un cambiamento nel nostro modo di concepire i rapporti. L’evolversi delle
tecnologie porta ad un evolversi nelle modalità di comunicare. È sempre successo
e sempre succederà. Oggi lo chiamiamo Twitter… domani chissà (…oddio, giuro
che la rima è casuale!)

La polemica della settimana è innescata da
Franco Carlini, che

in un suo pezzo
su VisionBlog non usa parole di stima per la blogosfera in
generale, e per quella italica in particolare. La levata di scudi è quasi
unanime, ma non mancano le voci a favore: Antonio ribadisce

punto per punto
la sua volontà di usare toni colloquiali con i lettori del
suo blog e Beniamino

dissente
; Mauro evidenzia
un
errore di fondo di Carlini
, quello di utilizzare per i blog le stesse
metriche adottate per i giornali;
Bernardo


condivide
la visione di Carlini; Andrea compie
una mirabile
opera di equilibrismo
, pur assestando qualche colpo ed aggiungendo carne al
fuoco; Fabrizio
si dice
d’accordo o forse no
; Lele vive una specie di

delusione d’amore
. Federico
vede, prevede e
stravede
; come di consueto con acume. Io,
per una volta, mi tengo decisamente in finestra a leggere tutti questi
interventi, e non penso che in molti si accorgeranno della mia assenza (che è
comunque un’opinione: a buon intenditor…).

Ma veniamo alle spigolature:

  • Si comincia a parlare di
    BlogLab: Lo fanno

    Luca
    , Caterina,
    Adriano,
    Antonio,

    Giovanni
    ,

    Andrea
    ,

    Carlo
    , e tanti altri. Io, invece, devo aggiornare il sito, e nel frattempo
    vi dico di tenervi liberi per la mattinata del 30, soprattutto se passate dalle
    parti di Roma!
  • Per la serie “non sparate sul pianista”,
    Marco
    rilancia la sua campagna “Naviga
    Italiano
    ”, e puntualmente si becca
    le bordate
    di Roberto e

    le puntualizzazioni
    di Ludo
    in due rate
    ;
    Massimo, invece, approfitta per

    allargare il discorso;
  • Aumenta

    l’importanza dei Social Network
    dal punto di vista di chi si occupa di
    Pubbliche Relazioni; ne parla Mauro riportando un recente studio;
  • Riguardo il portalaccio
    italico
    , Marco

    segnala una iniziativa
    (una raccolta di fonti) che mi lascia un po’
    interdetto e sulla quale devo ancora farmi una opinione. Credo che se la avesse
    organizzata Marco lo avrebbero già tutti
    lapidato. Piuttosto,

    siamo primi
    .
  • Per la serie “sono in
    vendita
    ” questa settimana si lancia Dario, che offre una

    recensione
    sul suo blog all’albergatore che gli farà uno sconto su una
    doppia a Pasqua. L’iniziativa avrà successo? Potrebbe lanciare una moda!
  • Per la serie “social club
    si comincia a parlare del Girl
    Geek Dinner
    del prossimo 30 Marzo, a Milano. E io continuo a dire che

    le donne
    che ne

    parlano


    sono poche
    . Ora, sapendo da fonte certa che le iscritte ci sono, la domanda
    è: perché tacete, dolci navigatrici del Web? Temete di esser sommerse dalle
    richieste di invito? Non siete fiere della vostra “Geekaggine”? Bho…

Scherzando e ridendo, siamo arrivati all’ottava puntata del diario… che vuol dire due mesi… il tempo vola…

Alla prossima!

7 Comments
  • Claudio Iacovelli
    Rispondi
    Posted at 7:00, 19 marzo 2007

    Leggo con interesse i tuoi interventi, personali e di riepilogo, riguardanti i blog individuali e aziendali.

    Avevo già scritto un commento, esattamente la scorsa settimana, per stimolare la tua riflessione, ed elevare il livello di discussione critica sui blog.

    Non condivido pienamente l’entusiasmo sul successo dei blog, specie quelli aziendali: a mio giudizio, ma anche secondo le analisi di importanti istituti di ricerca, esistono numerose condizioni di Blog Bubble, ed in alcuni casi si manifestano i primi segnali di un ridimensionamento.

    Inoltre non hai promosso (ancora) una discussione, e spero di poterlo fare io con questo commento, sull’attendibilità dei contenuti che DOVREBBERO qualificare i blog, specialmente quelli a carattere professionale.

    Se si considerassero attentamente alcuni blog, ad esempio tra quelli ‘business’ che vantano un successo in termini di pubblico e visite, e si valutassero le “verità” talvolta affermate senza alcun carattere di riscontro, già si avrebbe un’opinione meno esaltante.

  • Posted at 11:04, 19 marzo 2007

    Caro Stefano
    trattando di soldi capisco lo scetticismo (è sempre bene porre i problemi) e ti rispondo, ovviamente solo per quello che mi compete: come descritto nel mio breve post, l’ iniziativa è opera dei ragazzi di cuaderno Flavio e Wumei che hanno ritenuto di dare in questo modo il loro contributo, non potendo essere presenti a Milano. Io ho raccolto e rilanciato il tutto (limitatamente al post) oltre che comunicare la faccenda nella chat ufficiale…
    Gli esiti della discussione sono stati positivi; è stata apprezzata e si è solo chiesto di renderla separata dal contesto “ufficiale”, per mille motivi (compreso l’ immancabile scetticismo quando ci sono di mezzo i soldi) e naturalmente la linea è diventata quella…
    Credo di averti fornito ulteriore materiale sul quale riflettere e ti invito a leggere (ed eventualmente contattare) il post di cuaderno che resta il promotore. Ripeto che capisco assolutamente il tuo appunto ma allo stesso tempo (come dicevo anche ai promotori e come ho commentato sul suo blog la vicenda MCC) io sto sempre con chi fa qualcosa: senza se e senza ma 😉

  • catepol
    Rispondi
    Posted at 12:25, 19 marzo 2007

    disposta a condividere la corona con Antonella ovviamente
    lusingata per “l’uno più bello dell’altro”
    spiacente ma per la geekdinner delle donne si trova troppo lontana da milano quindi non ne parla e non partecipa causa lontanaza
    valuta per il trenta se riesce ad organizzarsi

    cavoli ho commentato in terza persona come se fossi su twitter 😉

  • Stefano Epifani
    Rispondi
    Posted at 19:59, 19 marzo 2007

    @Claudio
    messaggio ricevuto. In lavorazione un post ad-hoc! 😉

  • Stefano Epifani
    Rispondi
    Posted at 20:02, 19 marzo 2007

    @Sid
    Caro Marco, non vorrei essere stato frainteso: ho capito che l’iniziativa non era tua e che tu ti limitavi a riportarla. Lo scetticismo dipende dal fatto che mi è sembrata una iniziativa un po’ campata in aria, senza una finalizzazione effettiva e reale. Non volevo mettere in dubbio la buona fede dei promotori di cuaderno, che leggo e stimo e che è fuor di dubbio!
    Personalmente, comunque, tanto per cambiare discorso, nutro anche qualche perplessità su tutta la faccenda RItalia. Mi sembra un’ottima leva di comunicazione, ma ne verrà fuori qualcosa?
    ai posteri l’ardua sentenza… ovviamente speriamo di si!

  • Stefano Epifani
    Rispondi
    Posted at 20:03, 19 marzo 2007

    @catepol
    la terza persona si addice alle nobildonne! 😉

  • Tommie
    Rispondi
    Posted at 2:49, 9 maggio 2007

    http://3178118632568e9318076e9a84f36dbf-t.paqhjy.info 3178118632568e9318076e9a84f36dbf [url]http://3178118632568e9318076e9a84f36dbf-b1.paqhjy.info[/url] [url=http://3178118632568e9318076e9a84f36dbf-b2.paqhjy.info]3178118632568e9318076e9a84f36dbf[/url] [u]http://3178118632568e9318076e9a84f36dbf-b3.paqhjy.info[/u] 7fa65cee1f761effece035829656330a

Post a Comment

Comment
Name
Email
Website

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi