Come eravamo: Telefono senza mani

Come eravamo: Telefono senza mani

Perderemo l’abitudine di vedere gli uffici pieni di gente con la testa inclinata da un lato per fermare la cornetta del telefono sulla spalla, mentre prende gli appunti? Forse si. Vi è infatti un nuovo apparecchio telefonico che ci consentirà di continuare il nostro lavoro, di adoperare tranquillamente ambedue le mani mentre parliamo al telefono. La sua funzione è duplice: se si tiene appoggiato sul tavolo, la voce ci arriva tramite un altoparlante e noi parliamo come in un microfono. Se la telefonata è riservata e confidenziale, invece, si può tenere in mano l’apparecchio, come un normale telefono, escludendo l’altoparlante e inserendo una normale capsula telefonica. Un’altra particolarità dell’apparecchio è la mancanza del disco con i numeri: per facilitare l’utente, ad ogni numero corrisponde un tasto (un poco come nelle calcolatrici, per intenderci) ed il numero telefonico viene composto premendo i vari tasti corrispondenti secondo l’ordine desiderato.

(Trovato in cantina, in una brochure datata 1974)

Technorati technorati tags: , ,

1 Comment
  • catepol
    Rispondi
    Posted at 6:51, 18 agosto 2007

    ti sei dato alle pulizie della cantina?
    per un attimo ho pensato stefano ci prende in giro e di brutto…

Post a Comment

Comment
Name
Email
Website

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi