La Rete come strategia di crescita

La Rete come strategia di crescita

Dell’incontro che si è tenuto ieri all’Università con Filippo Berto e Luca Carbonelli c’è un passaggio che ritengo sia stato particolarmente significativo: quello nel quale entrambi, in modi diversi e con approcci diversi, hanno chiaramente affermato che la Rete è stata, per le loro aziende, uno strumento di crescita che oggi sta consentendo l’espansione attraverso una rete fisica di distribuzione.

Internet, quindi, non più soltanto o prevalentemente quale strumento di crescita per aziende “brick & mortar” che si aprono verso modelli “click & brick” (per usare definizioni che andavano di moda qualche anno fa). Ma, al contrario, la rete quale strumento digitale in grado di retroalimentare modelli di business, per così dire, analogici.

Il digitale diventa così una strada di sviluppo che consente – con investimenti “sostenibili”, competenza e buona volontà – di crescere strutturalmente al punto di poter “fare il salto” verso modelli di distribuzione basati su punti fisici. Ciò rappresenta, in qualche modo, la chiusura di un ciclo. Quel ciclo che ha visto erroneamente contrapporre una vecchia ed una nuova economia, non prendendo in considerazione il fatto che non la New Economy, ma la Network Economy alimenta un sistema in cui gli elementi materiali ed immateriali si  integrano e si completano vicendevolmente.

Come ha detto Alessio Jacona durante l’intervista che ha condotto nella seconda parte della lezione, fa bene vedere queste cose fatte da italiani come Luca e Filippo, che dimostrano con la loro esperienza come il cambiamento sia possibile ed in atto anche nel nostro Paese.

3 Comments
  • Posted at 22:12, 14 dicembre 2010

    la “network economy”, esattamente. quella rete e quella competenza della rete e del prodotto, che è poi capace di creare una nuova economia da dove cominciare a prefigurare un futuro aziendale fatto di nuovi investimenti e una ristrutturazione fisica e organizzativa. Sono persone/docenti come Lei, prof. grazie all’attenzione che dimostra verso casi pratici come il mio e quello di Filippo, a far “crescere la voglia di fare”, e il suo metodo di portare gli studenti “nella” materia, è qualcosa che tutti coloro che la seguiranno si ritroveranno come base portante del proprio percorso.

  • Luca
    Rispondi
    Posted at 22:12, 15 dicembre 2010

    Buona sera!
    Stimolante l’incontro di lunedi’…molto pratico (come gia’ successo in altre occasioni): si e’ toccato con mano, senza leggerlo chissà dove, l’applicazione in certe situazioni critiche.
    Interssante anche il “post” lezione di oggi sulla questione wikileaks.
    Grazie!

    Luca.

  • Posted at 10:47, 17 dicembre 2010

    La rete mi rende sempre entusiasta perchè è il luogo tutt’oggi dove le opportunità si possono ancora costruire. E da molta speranza, e sopratutto ai piccoli.

Post a Comment

Comment
Name
Email
Website

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi